DOTTORESSA

Ebbene si, dopo mille avventure, ansie e momenti di sconforto, ce l’ho fatta: Giovedi 20 marzo mi sono laureata.

foto-2 copia 2

Non è solo un traguardo accademico, ma un traguardo di vita. L’ultimo anno è stato credo il più difficile della mia vita, ho dovuto affrontare ostacoli ad ogni metro, ho dovuto dire addio a chi era il centro del mio mondo, ho dovuto ricentrare il mio mondo su di me, ho dovuto accettare le decisioni di chi ha più esperienza di me. Posso dire a voce alta che tutto questo mi ha resa migliore, errori inclusi. Credo infatti che qualche incidente possa capitare, sempre e a chiunque, e non è giusto basare i propri giudizi su questo..ma credo che ciò che fa la differenza è come vengono gestiti gli errori, e sono soddisfatta di come l’ho fatto.

Laurearmi in corso era un obbiettivo utopico una manciata di mesi fa, ma era per me fondamentale, altrimenti a cosa sarebbe servita tutta questa sofferenza? sentivo il bisogno di un successo, di vedere che i miei sforzi non erano nulli, che era giusto tenere duro e lavorare ancora, perché il successo era lì e potevo afferrarlo. E Dio, se l’ho afferrato. Ho fatto gli ultimi esami con l’acqua alla gola, e li ho passati; ho sviluppato una tesi che mi ha fatta scontrare di nuovo con la mia scrittura, e mi ha costretta a mettermi allo specchio; ho ottenuto un punteggio che mai avrei sperato; ho visto l’orgoglio e la stima nelle persone intorno a me; ho capito che sbaglio a sottovalutare le persone, perché mi hanno dimostrato quanto amore c’è intorno a me, ed è stato bellissimo sorprendersi di sentirsi amata e scaldata.

Posso dire che “sto da sola, ma non sono sola” ed è grazie a chi in questi mesi mi ha sopportata, supportata, abbracciata e a volte bastonata.

E ora? e ora posso fare tutto ciò che voglio, mi sento sicura come non mai. Si migliora l’inglese, si impara la fotografia, si prende la patente per la moto, si parte per un interrail, si fanno i bagagli verso Londra. E questo solo nel prossimo anno.

100 volte grazie, ad ognuno di voi.

Grazie alla mia famiglia, che seppur incasinata non mi ha lasciata, grazie ai miei due migliori amici, che hanno dimostrato perché li amo così tanto, grazie alle amiche più care, che hanno creduto in me, grazie agli amici meno cari, perché ci sono anche loro a farmi ridere.

E poi, grazie a me, per aver tenuto duro.

Copia di foto-2

IMG_3018

1959739_10202695562383269_1467659590_nIMG_3041 IMG_3033 IMG_3035 IMG_3039 IMG_3044 IMG_3047 IMG_3052

1526799_10203365216793819_303752613_n IMG_3629

 

 

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Vita

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...