one year together

Processed with VSCOcam with a5 preset

Cara Londra,

eccoci qua a condividere il nostro primo anniversario insieme. e pensare che avrebbero dovuto essere solo sei mesi…e invece..

Un anno esatto fa sono arrivata da te, piena di speranze, paure, bagagli…ma con naturalezza. Mi sono subito stupita di quanto mi sia sentita a mio agio con te: emozioni si, tante, ma tutto mi sembrava..giusto. Ero destinata ad essere li con te quel 15 settembre 2014, e lo sono ancora oggi, 15 settembre 2015. Mi hai colpita con forza fin da subito: ho ancora un segno sul mio tatuaggio, che ha rovinato un po il disegno, ma che non voglio togliere per nulla al mondo. Proviamo a tirare qualche somma, shall we?

I primi mesi sono stati una figata. Nessun altra parola descriverebbe meglio il nostro inizio insieme. Ci siamo conosciute a fondo, ci siamo ubriacate di jack daniel’s e di vita, ci siamo bagnate sotto la pioggia incessante e con qualche lacrima. Abbiamo imparato tanto l’una dell’altra, e ogni cosa, ogni incontro ha portato con sé una lezione.

Ci siamo riempite le giornate di videochiamate su skype, di pensieri per vecchi amici e di curiosità per i nuovi. E grazie a te, mi sono innamorata di nuovo.

Quante cose ho scoperto di me da quando sei nella mia vita! Ho scoperto di essere più patriottica di quanto avessi mai immaginato. Ho scoperto, o forse meglio ho confermato a me stessa, di essere diventata grande, sicura..anche nei momenti di debolezza. Quella ragazzina, piena di paure e insicurezze, non c’è davvero più. Gli attacchi di panico sono rimasti chiusi in quella boccetta che mai è stata aperta da quando sono qui con te.

Grazie a te, che sei fredda e lontana dalla mia casa, ho riscoperto il calore di certi abbracci, la gioia di certi sapori che possono commuovermi fino alle lacrime, i profumi di un camino mentre accarezzo la mia cagnotta, che invecchia senza di me e la meraviglia di sentire un raggio di sole sulla pelle…quel sole, quella luce.

Mi hai fatto capire chi è davvero sempre con me, e non solo vicino a me; chi mi accompagna nella mia corsa sostenendomi anche solo dalla linea di partenza, urlando a squarciagola per farsi sentire da me anche quando sarò al traguardo. Tante voci invece, si perdono con la distanza. E mi hai fatto scoprire come certe voci arrivino dirette al cuore, anche se in una lingua diversa.

Ma ogni “honeymoon” ha la sua fine, purtroppo. Tante sono le cose positive rimaste: le amicizie, le gioie, gli amori…però, mia cara Londra, il nostro rapporto è diventato abitudinario. Una nuova casa in un quartiere meno vivo, meno cose da fare…di colpo il freddo e il grigiore sono diventati ancora più pesanti, spegnendo ogni colore…e con esso qualche speranza. I costi esagerati e le file interminabili ci hanno portato a viverci di meno, e a guardarci in silenzio attraverso un vecchio vetro.

Ma la vita è fatta di alti e bassi, giusto mia amata/odiata Londra? Niente che valga davvero la pena fila sempre costantemente liscia. E allora ben vengano i momenti in cui non ricordo più le parole nella mia lingua, ben vengano le domande del tipo “perché non vado bene per questa cosa?”, ben vengano quegli attimi di panico che mi fanno tastare la realtà di tutti i giorni.

Ben vengano, anche se fanno male, perché un giorno li guarderò come guardo ora alle notti passate a piangere due anni fa, ai momenti in cui non credevo di riuscire a farcela…li guarderò dicendomi “invece guarda dove sei”. Perché tutto sommato, nel nostro anniversario e a pochi giorni dal mio compleanno, devo guardare dove sono. Forse non è la posizione migliore, c’è sempre qualcosina in più che vorrei aver fatto. Ma di strada ne ho fatta. Una bella, faticosa, complicata ma ripagante strada.

E adesso, ad un anno dalla partenza, di nuovo non so cosa sarà del mio futuro. Nei prossimi mesi tutto potrebbe cambiare, o potrebbe rimanere lo stesso. E devo ammetterlo, cara Londra, mi hai un po’ ammazzato l’entusiasmo e la creatività, ma chissà, forse questo mi servirà per crearne di nuova. Mi puoi buttare giù, ci riesci bene, ma non voglio farmi schiacciare da te.

Forse passeremo insieme un altro anno, forse questi sono i nostri ultimi giorni insieme. Ma che ne dici, Londra, di riconquistarmi di nuovo, anche se solo per poco? IMG_9195

IMG_4060

Annunci

2 commenti

Archiviato in Viaggi, Vita

2 risposte a “one year together

  1. streetphotographysite

    Londra mi ha lasciato senza fiato 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...